PIAZZA CASTELLO

Iniziamo il nostro itinerario dal “cuore storico” di San Martino dall’Argine.

A chi giunge da Marcaria appare dapprima la piazza Castello (piazza Martiri della Libertà), di forma rettangolare, vasta e armoniosa, coronata da portici che creano effetti di dilatazione spaziale con intento scenografico.

1422355561_san-martingo-dall-argine-vista-paese

La piazza si apre verso il lato nord del paese, quasi idealmente proiettata verso l’area su cui, un tempo, sorgeva, in posizione elevata, il castello-palazzo residenza dei Gonzaga, signori di San Martino dall’Argine.

La cospicua dimora gonzaghesca, riccamente documentata nelle carte d’archivio settecentesche, è stata demolita nel 1788.

Tra gli edifici di una certa importanza che si affacciavano su piazza Castello, lo spazio pubblico sicuramente più rilevante del paese, ricordiamo quelli di propietà comunale, spesso menzionati nei documenti d’archivio: la casa Renati e l’attigua osteria del Leon d’oro, entrambe ubicate nell’ala est dei portici della piazza.

La casa Renati, adibita un tempo a caserma, diventa successivamente la prima sede dell’asilo infantile rurale fondato da Ferrante Aporti nel 1834; oggi ospita un bar risto bottiglieria e, al piano superiore, la biblioteca comunale e la sala civica.

Nell’osteria del Leon d’oro, dotata di scuderia e di ampia corte, vengono alloggiati, nel corso del Settecento e dell’Ottocento, quei forestieri che, in settembre, confluiscono numerosi a San Martino dall’Argine, durante la fiera della Madonnina; vi fanno pure tappa i carrettieri provenienti da Milano e diretti a Belforte per caricare vino. I locali dell’ex osteria e dell’ex scuderia, modificati nel tempo, sono oggi trasformati in abitazioni provate.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...